Get Adobe Flash player

I nostri clienti

Login

La figura professionale di Ezio Rivella merita un approfondimento in quanto il suo carisma e le sue idee innovative sono state e lo sono tutt’oggi, determinanti nella filosofia aziendale. Nel 1977 fondò la Banfi Spa, della quale è stato Consigliere Delegato, realizzando in Montalcino (SI) una impresa vitivinicola unica nel suo genere, con una proprietà di quasi 3000 ha, di cui 800 a vigneto, messi a coltura con una imponente opera di bonifica e recupero dei suoli. Questa cantina è un modello di organizzazione e razionalizzazione tecnologica, composta inoltre da un Castello medioevale completamente restaurato, da negozi, e da due ristoranti. L’Azienda produce una gamma di vini di alto pregio ed occupa mediamente 250 dipendenti. Per questa realizzazione nel 1985 è stato nominato Cavaliere al Merito del Lavoro. E’ stato per 12 anni Presidente della Associazione Enologi Italiani e per 9 anni Presidente dell’Associazione Mondiale degli Enologi. E’ autore di numerosi studi e pubblicazioni di tecnica enologica e di articoli divulgativi. Dal 1993 al 1998 è stato Presidente del Comitato Nazionale dei Vini a Denominazione di Origine. Per 6 anni è stato Vice Presidente dell’Office International de la Vigne e du Vin di Parigi (O.I.V.) di cui presiedeva anche il Gruppo di Esperti “ Aspetti sociali del consumo del vino”. Membro dell’Accademia Italiana della Vite e del Vino, dell’Accademie International du Vin, e di numerose altre Accademie ed Organizzazioni del settore. Insignito di numerosi premi (Grappolo d’Oro, Giovanni Dalmasso, Paolo Desana, Premio Masi per la Civiltà del Vino). Nel 2000 ha lasciato il timone della Banfi per occuparsi delle proprie vigne in Toscana ed in Piemonte e della continua supervisione della Enoconsult. Nel 2001 viene eletto Presidente della Confederazione Italiana della Vite e del Vino, “Unione Italiana Vini”, fino al 2004. Egli infuse la sua idea originaria partendo dalla considerazione che la maggioranza delle cantine venivano realizzate da professionisti che non avevano cognizioni specialistiche. Il risultato erano cantine poco funzionali, non rispettose delle norme, difficili da gestire, da trasformare o ampliare. Si mise quindi insieme un affiatato gruppo di tecnici: enologi, ingegneri, architetti, specializzati che hanno attinenza con tutte le tecniche che richiedono soluzioni pratiche in cantina, costituendo dei veri e propri gruppi di progettazione ad alta specializzazione. Il loro continuo aggiornamento su norme Leggi, il loro costante apprendimento di nuove tecnologiche, garantiscono una corretta e professionale progettazione. Questo gruppo opera tuttora ed in oltre 50 anni di attività ha partecipato a circa 1000 progetti, di piccole e grandi dimensioni, tra cui molte opere di rilevante importanza nazionale ed internazionale.

Intervista al Concours Mondial de Bruxelles 2014


 

 

 

Videorecensione libro "Io e Brunello"

Intervista ad Ezio Rivella - Italia tv


 

Intervista ad Ezio Rivella - parte prima

Intervista ad Ezio Rivella - parte seconda

 

https://canadian-pharm365.com/buy-lasix